Cosa devi sapere sulle dimostrazioni

Inserito l'9 giugno 2020

Chiudi

Posta elettronica art

Compila il modulo per inviare un'e-mail all'articolo...

I campi obbligatori sono contrassegnati da un asterisco (*) adiacente all'etichetta.

Separa più destinatari con una virgola

Chiudi

Iscriviti alle newsletter

Compila questo modulo per iscriverti alla newsletter...

I campi obbligatori sono contrassegnati da un asterisco (*) adiacente all'etichetta.

 

Sommario

Scopri la storia e i risultati delle manifestazioni e come a volte possono trasformarsi in rivolte.


×Ricordati di richiedere il tuo certificato prima di lasciare questa pagina. Certificato di reclamo

Supporto MP4 15.3 MB (21:25)                            Visualizza testo    Scarica File



Flash Media 15.3 MB (21:25)                            Visualizza testo    Scarica File

Chiudi

Visualizza testo

Salve e benvenuti a questo webinar su Cosa c'è da sapere sulle dimostrazioni. Mi chiamo Teresa Francois e sarò la tua ospite per il webinar.

Nei tempi in cui viviamo ora, questi sono tempi molto interessanti, tempi molto difficili. Quindi stiamo cercando di capire esattamente cosa sta succedendo e cercare di capire cosa sta succedendo e come siamo arrivati ​​al punto in cui ci troviamo ora.

Questo ti viene offerto anche da Beacon, che è il tuo EAP o programma di assistenza ai dipendenti.

Quindi, a volte per scoprire come siamo arrivati ​​dove siamo, dobbiamo guardare al passato e vedere cosa stava succedendo in passato per arrivare a questo punto. Quindi vuoi iniziare riconoscendo il dolore passato e quali cose sono avvenute prima di questo per portare le persone al punto in cui si trovano ora in termini di protesta e in termini di indignazione. E poi vuoi riconoscere quella rabbia sociale. Da dove viene? E la realtà del razzismo e ciò che le persone sentono come razzista, razzismo e razzismo sistemico nel suo insieme. E viene da, la rabbia sociale viene dalla realtà del razzismo. Viene dalla povertà. Deriva dalla disuguaglianza e dalla disoccupazione. E quelli si avvolgono tutti l'uno intorno all'altro. La disuguaglianza, la disoccupazione riconducono alla povertà e continua a girare su se stessa.

E il fatto che l'attuale situazione in cui ci troviamo stia accadendo durante una pandemia la porta a un livello completamente diverso, perché la pandemia ha fatto emergere alcune delle disuguaglianze nel nostro sistema. Le disuguaglianze nel nostro sistema sanitario, le disuguaglianze nei nostri sistemi finanziari, e questo è ciò che ha reso la rabbia ancora di più. Quindi stavamo già partendo da un punto in cui ci sentivamo disuguali o le cose non erano in equilibrio. E poi questo l'ha portato ad un altro livello.

Quindi questa non è la prima volta che abbiamo proteste o rivolte in questo paese. E in realtà ... È semantica la formulazione, ma parleremo tra un minuto della differenza tra protesta e rivolta. Quindi già nel 1865 con la fondazione del KKK, il Ku Klux Klan, anche quella era disuguaglianza. Quello era un movimento per la supremazia dei bianchi sui neri americani. Hanno impiegato la violenza per respingere qualsiasi tipo di ricostruzione nel sud. Poi, nel 1919, ci furono 27 rivolte razziali separate, la peggiore fu a Chicago. E ancora, è stato innescato dalla morte di un uomo di colore per mano di un bianco. E ci sono state 27 rivolte razziali separate, ma la più mortale è stata a Chicago.

E poi sono sicuro che conoscete tutti 1955, Rosa Parks vede l'ingiustizia e la disuguaglianza e non vuole rinunciare al suo posto sull'autobus, che ha anche portato a marce e proteste. Nel 1965 ci fu un'altra rivolta a Watts, un sobborgo di Los Angeles, che provocò la morte di 34 persone. E ancora, era un uomo di colore fermato dalla polizia per presunta guida in stato di ebbrezza o presunta guida in stato di ebbrezza, e lo hanno tirato fuori dall'auto. E ancora, il resto è storia. Nel 45 ci furono rivolte anche a Los Angeles. Rodney King. E ancora, inizia con quella disuguaglianza, ma si intensifica fino a XNUMX morti e un miliardo di dollari di danni. E ancora non sappiamo il numero dei morti e il costo dei danni accumulati dalla situazione attuale in cui ci troviamo.

E oggi esistono ancora organizzazioni come il KKK, i neonazisti e i gruppi della supremazia bianca. Alcuni sono sfacciati. Alcuni sono sotterranei. E ancora, grazie agli albori di Internet e dei social media, le persone possono agire in modo anonimo e diffondere queste idee su una base più ampia.

Quindi, di nuovo, la formulazione. La psicologia di una rivolta. Ok, una rivolta è molto diversa da una protesta. Va bene? Una protesta, una manifestazione durante gli anni Cinquanta e Sessanta, si chiamava marcia. Anche adesso abbiamo la Marcia della Donna, la Marcia degli Uomini. Marciamo su Washington. Quelle sono marce e quei diritti ci sono concessi nella Costituzione. Abbiamo il diritto a una protesta pacifica. E se hai guardato il telegiornale, ho notato che l'altra sera c'era un commento interessante. Alcuni dei commentatori del telegiornale dicevano che i giorni, mi scusi, le proteste diurne sono molto diverse dalle proteste notturne. Le proteste diurne sono molto ordinate e silenziose. Scusami. La giornata di proteste avrà un momento di silenzio. Faranno in modo che la gente prenda in considerazione... Sono le proteste notturne che rasentano e si trasformano in rivolte.

E quando c'è una rivolta, la rivolta danneggia la reputazione di una comunità, ok? Perché questo tende a portare a cose stereotipate su come agiscono quelle persone. È così che agiscono le persone di una certa etnia. È così che si comportano le persone che vivono in quel quartiere. Quindi, disordini, fanno evolvere quegli stereotipi. E fa sì che le persone, se prima non avevano quella convinzione, ora le fanno davvero avere quella convinzione.

Una rivolta è un modo inefficace per far sentire la tua voce perché è una rivolta. Quindi, letteralmente e figurativamente, la tua voce non viene ascoltata. Tutti stanno solo urlando. E poi hai quella che viene chiamata la mentalità della mafia. Ne sei coinvolto. Inizi a seguirti. E a volte sei trascinato, letteralmente perché è una tale folla e sei semplicemente trascinato con il gruppo. E poi quella folla assume una vita propria. E ha un costo elevato in termini di perdite di proprietà e vite perse. Come ho detto, non abbiamo ancora visto i numeri uscire su quanti danni alla proprietà sono stati fatti.

E durante la pandemia, è due volte più difficile perché questi sono solo in alcuni stati, alcuni stati si stanno aprendo e stavano appena iniziando ad aprirsi. Quindi le imprese che sono sopravvissute alla pandemia non sono sopravvissute alle rivolte, ai saccheggi. Quindi ora non ho un negozio in cui tornare ad aprire. Non ho un negozio in cui fare acquisti, anche se pensavo che i negozi avrebbero riaperto. Ora che è successo, quei negozi non riapriranno. E questo ti dà una buona occhiata alla differenza tra protesta contro sommossa e saccheggio, ok? Ancora una volta, protestare è legale e sei sicuro di parlare. E alcune persone marceranno con te, protesteranno con te. Entrano in empatia con quello che sta succedendo e questo mantiene le persone al sicuro. E per la maggior parte, quando hai intenzione di fare una marcia o una protesta, la maggior parte delle volte hai bisogno di un permesso. Lavori con la polizia, lavori con il consiglio comunale, quindi ti è permesso tenere una riunione ordinata.

E la protesta è stata efficace come agente di cambiamento. Di nuovo, perché era ordinato e le nostre esigenze, le nostre richieste o bisogni o le nostre preoccupazioni quando erano esposte. La rivolta è guidata da uno scopo, ma non è produttiva perché la rivolta può essere collegata allo scopo della protesta, ma non è produttiva. E distrugge la proprietà e porta a potenziali lesioni sia ai rivoltosi che alla polizia o alla guardia nazionale, oa chiunque sia chiamato a cercare di mantenere l'ordine. E poi diventa che è contro tutti. Non è focalizzato su, ok, se siamo arrabbiati con la sparatoria della polizia, stiamo concentrando la nostra rabbia contro la polizia. No. E' solo che siamo arrabbiati con tutti. È contro tutta la società e stiamo bruciando o ribellandoci. Saccheggiando i negozi nel nostro stesso quartiere. Quindi la rabbia si rivolge anche ai nostri stessi vicini. E poi il saccheggio non ha nulla a che fare con un messaggio, una protesta o una dichiarazione sicura. È solo guidato da scopi egoistici. I saccheggiatori sono opportunisti. Dato che sta succedendo tutto questo, posso rompere una finestra e entrare in questo negozio di fascia alta e prendere qualcosa. E sto distruggendo la proprietà. E ancora, potrebbe essere un infortunio per me arrampicarmi attraverso il vetro o un infortunio per il proprietario del negozio che sta cercando di difendere la sua proprietà.

E aumenta il rischio di razzismo. Perché poi di nuovo, dirò: "Guarda quelle persone che si arrampicano in quei negozi. Questo è quello che fanno quelle persone". E costringe a una cultura dell'odio piuttosto che al cambiamento, perché allora anche le persone del quartiere si arrabbiano e si indignano per i saccheggiatori e il loro odio. Cominciano a odiare anche i saccheggiatori. Quindi ognuno ha il suo clima, ma il più legale e quello che ha di più, può fare più effetto è la protesta. L'effetto più positivo sarebbe una protesta.

E abbiamo una lunga fila di manifestanti pacifici. Di nuovo, perché hai il diritto di riunirti e hai il diritto di manifestare pacificamente. E probabilmente il più famoso è il dottor Martin Luther King, che ha sempre predicato il passivismo e ha parlato anche di resistenza passiva. Ti siederai tranquillamente. Oltre alle marce ci sarebbero anche sit-in o sit down. I sit-in erano comuni nei campus universitari. Occuperesti un edificio. Ti siederesti. Ti siederesti. Quindi, come ho detto, c'è un lungo elenco di persone che parlano di manifestazioni pacifiche. Harvey Milk ha tenuto molte manifestazioni pacifiche in termini di comunità LGBQ.

Ancora una volta, marce, proteste, manifestazioni provengono da un luogo in cui vedi che c'è qualche disuguaglianza da qualche parte. Alcuni gruppi vengono trattati in modo diverso a causa del genere, della razza, dell'orientamento sessuale, qualunque esso sia. C'è un qualche tipo di disuguaglianza lì. E questo è il pezzo chiave in una dimostrazione.

E questo è un momento difficile, perché non lo capiamo noi stessi da adulti e potremmo dover conversare con i nostri figli. Di nuovo, stanno guardando il telegiornale. Stanno ascoltando la notizia. E quando dico bambini, parlo di tutte le età da zero a qualunque cosa. I tuoi figli sono sempre i tuoi figli. Quindi, ancora una volta, quando parlerai ai tuoi figli di queste cose, assicurati che la discussione sia appropriata all'età. E voglio dire, l'età mentale, ok? Quanto possono gestire? Se stai parlando con i tuoi figli più grandi, loro hanno opinioni al riguardo. Potrebbero vederlo in modo diverso da te. E ancora, a seconda di dove ti trovi, da che parte, in mancanza di una parola migliore, su cui ti trovi, potresti aver avuto questa conversazione prima, e potrebbe essere una conversazione difficile da avere, ok? Potresti dover parlare con i tuoi figli di essere al sicuro quando escono. E quello che è, è avere la conversazione in modo pacifico e in un modo in cui possono capire e afferrare i problemi. Quindi è di questo che vuoi parlare. I problemi. Cosa c'è alla base di questo? Da dove viene questo?

Ed è per questo che abbiamo iniziato con una lezione di storia. E questo è fantastico, specialmente se sono a casa da scuola e stanno parlando di eventi attuali o storia, questa è un'ottima discussione da avere. Questo è un evento attuale. Questo è quello che sta succedendo. E poi vuoi spiegare proprio come abbiamo fatto nell'altra diapositiva, la differenza tra protestare e sommossa e spiegare che hanno il diritto di andare a una protesta oa una marcia. Potresti vivere con alcuni giovani adulti che protesteranno. Potresti essere spaventato per loro, ma devono prendere quella decisione. Se sono abbastanza grandi e sentono, vedono l'ingiustizia e vogliono uscire e far sentire la loro voce. Vuoi anche parlare con loro dell'avere il diritto, il pensiero che puoi andartene. Tutto non deve essere conflittuale. E ascoltare le voci nonviolente, ascoltare le persone che sono sedute alle riunioni del municipio o alle discussioni nella comunità su come possiamo farlo in modo nonviolento.

E ogni comunità ha un consiglio comunale o un consiglio comunale, qualcosa del genere. Quindi vuoi spiegare loro che le marce, le proteste servono a cambiare le cose. Ci sono modi, ci sono canali attraverso i quali possiamo passare per far cambiare le leggi che non riteniamo particolarmente giuste. E possiamo farlo andando a diventare, forse alcuni di loro vogliono candidarsi al consiglio comunale. Potresti avere un giovane adulto incline alla politica. Quindi spiega loro che questo è un modo per apportare cambiamenti, per diventare parte del consiglio di amministrazione, parte del tessuto che fa quelle leggi, che può apportare cambiamenti. E che è nostra responsabilità, tutti noi, migliorare le cose. E ancora, questo è il modo in cui puoi fare la differenza in modo responsabile e fare, sai, assicurandoti che siano registrati per votare e spiegando quanto sia importante che votino. Quindi questi sono modi in cui possiamo apportare modifiche pacifiche alle leggi e al modo in cui stanno andando le cose.

E abbiamo imparato lezioni sul razzismo in passato. E vuoi anche mostrare ... Un altro modo per mostrare ai bambini come sono cambiate le cose, perché le cose sono cambiate anche se sembra che in mezzo a tutto questo, sai, molti di noi si sentono bene, siamo tornati subito a dov'eravamo, ma le cose sono cambiate. Abbiamo fatto molta strada. Ovviamente abbiamo ancora molta strada da fare. Ma spiegate loro che nel 1963 c'è stata una cosa chiamata Crociata dei Bambini di Birmingham. E questi erano adolescenti che hanno marciato dalla loro scuola verso una chiesa. E ancora, stavano marciando contro la disuguaglianza che vedevano nelle corse. E avevano una manichetta antincendio accesa. Sono stati picchiati dalla polizia, ma le loro voci sono state ascoltate, ok? Non perché fossero adolescenti non potevano essere ascoltati. Così la tua voce può sempre essere ascoltata.

E poi alcuni media stanno iniziando a mostrare cose che erano viste come negative o stigmatizzate. Stanno iniziando a diventare più mainstream. Quindi pubblicità e programmi TV mostrano coppie interrazziali, matrimoni gay. E ancora, qualunque sia la tua convinzione, quella è la tua convinzione. Questa è una cosa che vuoi sottolineare a loro anche ai tuoi figli è che non si tratta di non dover essere d'accordo con lo stile di vita di qualcuno, ma non devo essere cattivo con loro o picchiarli o distruggere le loro proprietà perché Non mi piace il loro stile di vita. È il vecchio vivi e lascia vivere. Quindi possiamo lasciare stare le persone e rispettare solo il fatto che sono diverse, che siamo diversi. E una volta che ce l'avremo fatta, allora saremo in un buon posto.

E ancora, atleti che hanno fatto passi da gigante, che hanno giocato in tutte le squadre biancorosse e si sono fatti strada. Sai? E per far loro vedere la progressione di come siamo arrivati ​​dove siamo oggi e diversi politici che hanno fatto differenze in ciò che rappresentavano, quali leggi hanno approvato. E ancora, quando denunciano certe ingiustizie, politici del passato, politici del presente, politici locali. Quindi vuoi tenerlo d'occhio. Di cosa parlano i politici locali? E oltre le linee del partito, sai? E penso che la situazione in cui ci troviamo ora abbia unificato le persone se ne potesse uscire qualcosa di positivo. Ha unito le persone per dire, sai, sentiamo tutti che non era giusto. E cosa possiamo fare tutti noi andando avanti per apportare alcune modifiche. E una delle citazioni di Martin Luther King è: "Il limite delle rivolte, questioni morali a parte, è che non possono vincere e i loro partecipanti lo sanno". "La rivolta invita alla sconfitta", ha detto, "e mentre offre una catarsi emotiva, quella catarsi deve essere seguita da un senso di futilità".

Quindi significa che mentre sei in rivolta e saccheggi, potrebbe essere bello, quella catarsi di rompere quella finestra, ma è seguita da un senso di, sai, cosa ho guadagnato da questo? Non ho davvero guadagnato nulla. Ho distrutto il mio quartiere. Non posso fare acquisti in questo negozio domani. La mia amica aveva gas lacrimogeni negli occhi. Le ho fatto versare il latte addosso per fermare il bruciore. Cosa ho guadagnato facendo questo? Quindi è lì che la rivolta è inutile, ma la manifestazione pacifica e far sentire la tua voce possono portare al cambiamento.

Maya Angelou ha affermato in modo eloquente: "L'odio ha causato molti problemi in questo mondo, ma non ne ha ancora risolto uno". Quindi, l'odio, va bene essere arrabbiati e tutti sentono la rabbia, ma è quello che fai con quella rabbia. E se la rabbia è alimentata dall'odio e rimani in quel luogo di odio, è improbabile che ne venga fuori qualcosa di positivo.

Quindi spero di avervi dato degli spunti di riflessione qui e che iniziate a vedere alcune delle differenze e alcune delle sfumature tra proteste, saccheggi e rivolte. Spero che tu possa portare via qualcosa per te stesso e anche per le persone su cui hai influenza. E credo di poterlo dire anche io. Vogliamo anche mantenere la nostra responsabilità personale. Pensa a come parliamo. Pensa a come trattiamo le persone. Perché inizia con una persona. E se tutti fanno la loro parte, inizieremo a vedere che ci sarà un cambiamento lento per molto tempo, ma sarà un cambiamento lento, ma arriverà. E se riesci a cambiare una persona o l'idea o il pensiero di una persona, finiremo in una situazione abbastanza buona.

Se hai domande o problemi o altro, se vuoi approfondire o hai alcune cose a cui stavi pensando e vorresti parlare con qualcuno, puoi contattare il tuo programma di assistenza ai dipendenti. Hanno consulenza telefonica in questo momento. O solo qualcuno con cui vuoi sederti e discutere di alcuni problemi. Potresti provare un po' di paura e ansia per l'intera crisi in cui ci troviamo adesso, i disordini perché ti senti ansioso. Il tuo programma di assistenza ai dipendenti ha persone con cui puoi parlare che possono sicuramente aiutarti.

Quindi grazie per il tuo tempo. Stai al sicuro.

 

 

Chiudi

 

©2020 Carelon Salute comportamentale

Le informazioni fornite sul Achieve Solutions sito, inclusi, ma non limitati a, articoli, valutazioni e altre informazioni generali, è solo a scopo informativo e non deve essere trattato come un consiglio medico, sanitario, psichiatrico, psicologico o comportamentale. Niente contenuto nel file Achieve Solutions sito è destinato ad essere utilizzato per diagnosi o trattamenti medici o come sostituto per la consultazione con un professionista sanitario qualificato. Si prega di rivolgere domande riguardanti il ​​funzionamento di Achieve Solutions sito a Feedback web. Se hai dubbi sulla tua salute, contatta il tuo medico. ©Carelon salute comportamentale

 

Chiudi

  • Strumenti Utili

    Seleziona uno strumento di seguito

© 2024 Beacon Health Options, Inc.