Disturbo del comportamento suicidario: che cos'è?

Recensito il 7 gennaio 2021

Chiudi

Posta elettronica art

Compila il modulo per inviare un'e-mail all'articolo...

I campi obbligatori sono contrassegnati da un asterisco (*) adiacente all'etichetta.

Separa più destinatari con una virgola

Chiudi

Iscriviti alle newsletter

Compila questo modulo per iscriverti alla newsletter...

I campi obbligatori sono contrassegnati da un asterisco (*) adiacente all'etichetta.

 

Sommario

Il disturbo del comportamento suicidario può essere trattato, proprio come qualsiasi disturbo di salute fisica o mentale.

Pensavamo al suicidio come conseguenza della depressione. O forse a causa di un brutto evento della vita. Anche se può essere, i medici ora lo guardano in un modo nuovo. Pensieri o tentativi di togliersi la vita potrebbero essere di per sé una condizione prevenibile. La diagnosi proposta è chiamata disturbo da comportamento suicidario.

Comprendere il disturbo del comportamento suicidario

La Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali Quinta Edizione (una guida utilizzata dai medici) lo descrive come:

  • Una persona che ha fatto un tentativo negli ultimi due anni
  • L'atto compiuto non può essere descritto come autolesionismo o per sentirsi meglio
  • Non c'erano preparativi o pensieri prima
  • Non è stato fatto in uno stato di confusione
  • Non è stato fatto per uno scopo religioso o politico

Gli studi dimostrano che dal 25 al 30% delle persone che tentano di togliersi la vita ci riproveranno entro due anni. Tuttavia, più di tre volte di più non lo faranno. Imparare di più potrebbe aiutarti a salvare una persona cara.

Quelli a rischio

I tentativi di suicidio possono verificarsi in qualsiasi fase della vita, ma di solito non nei bambini di età inferiore ai 5 anni. Persone di diverse culture e livelli economici cercano di togliersi la vita. Il disturbo da comportamento suicidario agisce come altri problemi depressivi in ​​quanto è diverso per tutti.

Una delle principali preoccupazioni è che un tentativo può causare problemi potenzialmente letali o nuovi che devono essere gestiti dal punto di vista medico. Prendi sul serio tutti i discorsi sul suicidio. Cerca questi segnali:

  • Menzionando il desiderio di morire e un piano
  • Perdere interesse per le cose che piacevano a una persona
  • Sentirsi un peso per gli altri
  • Cambiamenti nel mangiare, nel dormire o nella quantità di alcol/uso di droghe
  • Regalare cose care
  • Estremi sbalzi d'umore
  • Storia familiare di suicidio

Anche se spesso ci sono segnali d’allarme, a volte una persona che vuole togliersi la vita non mostra alcun segno.

Come aiutare qualcuno

Se un amico o una persona cara vuole parlare di porre fine alla sua vita, ascolta. Lascialo parlare senza giudicarti. Tieni a mente:

  • Se c'è pericolo in questo momento, chiama il 911.
  • Fagli sapere che ci tieni e che c'è aiuto.
  • Mantieni la calma e assicurati che siate entrambi al sicuro.
  • Cerca di non reagire in modo eccessivo o arrabbiarti.
  • Va bene chiedere: "Stai pensando di porre fine alla tua vita?"
  • Invia o chiama aiuto, insieme.

Se sembra disposta a compiere i passi successivi per ottenere aiuto, offriti di chiamare con lei la National Suicide Prevention Lifeline: (800) 273-TALK (8255). Oppure vai con lei a parlare con un amico, un allenatore, un pastore o un familiare fidato.

Se la minaccia arriva tramite SMS o online, chiamalo. Se viene minacciata per telefono, chiedigli dove si trova. Chiedi se c'è qualcun altro. Tienilo in linea finché non ottieni aiuto.

La buona notizia è che i medici potrebbero essere in grado di scoprire se qualcuno ha un disturbo del comportamento suicidario ponendo una serie di domande. Le risposte a queste domande possono suggerire se qualcuno è a rischio. Il disturbo del comportamento suicidario può probabilmente essere trattato, proprio come qualsiasi altro problema di salute. Conoscere il problema consentirà di ricevere le cure necessarie più rapidamente.

C'è speranza per la ripresa. C’è anche la speranza di far parte del gran numero di persone con pensieri suicidi che sopravvivono.

Di Andrea Rizzo, MAE
Fonte: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali quinta edizione (DSM-5); Cambiare la conversazione dal suicidio alla prevenzione del suicidio – Una campagna nazionale unita, http://suicidepreventionmessaging.actionallianceforsuicideprevention.org/; Istituto nazionale di salute mentale, Prevenzione del suicidio, www.nimh.nih.gov/health/topics/suicide-prevention/index.shtml#part_153176; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, "Aumento del suicidio negli Stati Uniti, 1999-2014", www.cdc.gov/nchs/products/databriefs/db241.htm; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, "Preventing Suicide", www.cdc.gov/Features/PreventingSuicide/index.html

Sommario

Il disturbo del comportamento suicidario può essere trattato, proprio come qualsiasi disturbo di salute fisica o mentale.

Pensavamo al suicidio come conseguenza della depressione. O forse a causa di un brutto evento della vita. Anche se può essere, i medici ora lo guardano in un modo nuovo. Pensieri o tentativi di togliersi la vita potrebbero essere di per sé una condizione prevenibile. La diagnosi proposta è chiamata disturbo da comportamento suicidario.

Comprendere il disturbo del comportamento suicidario

La Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali Quinta Edizione (una guida utilizzata dai medici) lo descrive come:

  • Una persona che ha fatto un tentativo negli ultimi due anni
  • L'atto compiuto non può essere descritto come autolesionismo o per sentirsi meglio
  • Non c'erano preparativi o pensieri prima
  • Non è stato fatto in uno stato di confusione
  • Non è stato fatto per uno scopo religioso o politico

Gli studi dimostrano che dal 25 al 30% delle persone che tentano di togliersi la vita ci riproveranno entro due anni. Tuttavia, più di tre volte di più non lo faranno. Imparare di più potrebbe aiutarti a salvare una persona cara.

Quelli a rischio

I tentativi di suicidio possono verificarsi in qualsiasi fase della vita, ma di solito non nei bambini di età inferiore ai 5 anni. Persone di diverse culture e livelli economici cercano di togliersi la vita. Il disturbo da comportamento suicidario agisce come altri problemi depressivi in ​​quanto è diverso per tutti.

Una delle principali preoccupazioni è che un tentativo può causare problemi potenzialmente letali o nuovi che devono essere gestiti dal punto di vista medico. Prendi sul serio tutti i discorsi sul suicidio. Cerca questi segnali:

  • Menzionando il desiderio di morire e un piano
  • Perdere interesse per le cose che piacevano a una persona
  • Sentirsi un peso per gli altri
  • Cambiamenti nel mangiare, nel dormire o nella quantità di alcol/uso di droghe
  • Regalare cose care
  • Estremi sbalzi d'umore
  • Storia familiare di suicidio

Anche se spesso ci sono segnali d’allarme, a volte una persona che vuole togliersi la vita non mostra alcun segno.

Come aiutare qualcuno

Se un amico o una persona cara vuole parlare di porre fine alla sua vita, ascolta. Lascialo parlare senza giudicarti. Tieni a mente:

  • Se c'è pericolo in questo momento, chiama il 911.
  • Fagli sapere che ci tieni e che c'è aiuto.
  • Mantieni la calma e assicurati che siate entrambi al sicuro.
  • Cerca di non reagire in modo eccessivo o arrabbiarti.
  • Va bene chiedere: "Stai pensando di porre fine alla tua vita?"
  • Invia o chiama aiuto, insieme.

Se sembra disposta a compiere i passi successivi per ottenere aiuto, offriti di chiamare con lei la National Suicide Prevention Lifeline: (800) 273-TALK (8255). Oppure vai con lei a parlare con un amico, un allenatore, un pastore o un familiare fidato.

Se la minaccia arriva tramite SMS o online, chiamalo. Se viene minacciata per telefono, chiedigli dove si trova. Chiedi se c'è qualcun altro. Tienilo in linea finché non ottieni aiuto.

La buona notizia è che i medici potrebbero essere in grado di scoprire se qualcuno ha un disturbo del comportamento suicidario ponendo una serie di domande. Le risposte a queste domande possono suggerire se qualcuno è a rischio. Il disturbo del comportamento suicidario può probabilmente essere trattato, proprio come qualsiasi altro problema di salute. Conoscere il problema consentirà di ricevere le cure necessarie più rapidamente.

C'è speranza per la ripresa. C’è anche la speranza di far parte del gran numero di persone con pensieri suicidi che sopravvivono.

Di Andrea Rizzo, MAE
Fonte: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali quinta edizione (DSM-5); Cambiare la conversazione dal suicidio alla prevenzione del suicidio – Una campagna nazionale unita, http://suicidepreventionmessaging.actionallianceforsuicideprevention.org/; Istituto nazionale di salute mentale, Prevenzione del suicidio, www.nimh.nih.gov/health/topics/suicide-prevention/index.shtml#part_153176; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, "Aumento del suicidio negli Stati Uniti, 1999-2014", www.cdc.gov/nchs/products/databriefs/db241.htm; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, "Preventing Suicide", www.cdc.gov/Features/PreventingSuicide/index.html

Sommario

Il disturbo del comportamento suicidario può essere trattato, proprio come qualsiasi disturbo di salute fisica o mentale.

Pensavamo al suicidio come conseguenza della depressione. O forse a causa di un brutto evento della vita. Anche se può essere, i medici ora lo guardano in un modo nuovo. Pensieri o tentativi di togliersi la vita potrebbero essere di per sé una condizione prevenibile. La diagnosi proposta è chiamata disturbo da comportamento suicidario.

Comprendere il disturbo del comportamento suicidario

La Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali Quinta Edizione (una guida utilizzata dai medici) lo descrive come:

  • Una persona che ha fatto un tentativo negli ultimi due anni
  • L'atto compiuto non può essere descritto come autolesionismo o per sentirsi meglio
  • Non c'erano preparativi o pensieri prima
  • Non è stato fatto in uno stato di confusione
  • Non è stato fatto per uno scopo religioso o politico

Gli studi dimostrano che dal 25 al 30% delle persone che tentano di togliersi la vita ci riproveranno entro due anni. Tuttavia, più di tre volte di più non lo faranno. Imparare di più potrebbe aiutarti a salvare una persona cara.

Quelli a rischio

I tentativi di suicidio possono verificarsi in qualsiasi fase della vita, ma di solito non nei bambini di età inferiore ai 5 anni. Persone di diverse culture e livelli economici cercano di togliersi la vita. Il disturbo da comportamento suicidario agisce come altri problemi depressivi in ​​quanto è diverso per tutti.

Una delle principali preoccupazioni è che un tentativo può causare problemi potenzialmente letali o nuovi che devono essere gestiti dal punto di vista medico. Prendi sul serio tutti i discorsi sul suicidio. Cerca questi segnali:

  • Menzionando il desiderio di morire e un piano
  • Perdere interesse per le cose che piacevano a una persona
  • Sentirsi un peso per gli altri
  • Cambiamenti nel mangiare, nel dormire o nella quantità di alcol/uso di droghe
  • Regalare cose care
  • Estremi sbalzi d'umore
  • Storia familiare di suicidio

Anche se spesso ci sono segnali d’allarme, a volte una persona che vuole togliersi la vita non mostra alcun segno.

Come aiutare qualcuno

Se un amico o una persona cara vuole parlare di porre fine alla sua vita, ascolta. Lascialo parlare senza giudicarti. Tieni a mente:

  • Se c'è pericolo in questo momento, chiama il 911.
  • Fagli sapere che ci tieni e che c'è aiuto.
  • Mantieni la calma e assicurati che siate entrambi al sicuro.
  • Cerca di non reagire in modo eccessivo o arrabbiarti.
  • Va bene chiedere: "Stai pensando di porre fine alla tua vita?"
  • Invia o chiama aiuto, insieme.

Se sembra disposta a compiere i passi successivi per ottenere aiuto, offriti di chiamare con lei la National Suicide Prevention Lifeline: (800) 273-TALK (8255). Oppure vai con lei a parlare con un amico, un allenatore, un pastore o un familiare fidato.

Se la minaccia arriva tramite SMS o online, chiamalo. Se viene minacciata per telefono, chiedigli dove si trova. Chiedi se c'è qualcun altro. Tienilo in linea finché non ottieni aiuto.

La buona notizia è che i medici potrebbero essere in grado di scoprire se qualcuno ha un disturbo del comportamento suicidario ponendo una serie di domande. Le risposte a queste domande possono suggerire se qualcuno è a rischio. Il disturbo del comportamento suicidario può probabilmente essere trattato, proprio come qualsiasi altro problema di salute. Conoscere il problema consentirà di ricevere le cure necessarie più rapidamente.

C'è speranza per la ripresa. C’è anche la speranza di far parte del gran numero di persone con pensieri suicidi che sopravvivono.

Di Andrea Rizzo, MAE
Fonte: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali quinta edizione (DSM-5); Cambiare la conversazione dal suicidio alla prevenzione del suicidio – Una campagna nazionale unita, http://suicidepreventionmessaging.actionallianceforsuicideprevention.org/; Istituto nazionale di salute mentale, Prevenzione del suicidio, www.nimh.nih.gov/health/topics/suicide-prevention/index.shtml#part_153176; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, "Aumento del suicidio negli Stati Uniti, 1999-2014", www.cdc.gov/nchs/products/databriefs/db241.htm; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, "Preventing Suicide", www.cdc.gov/Features/PreventingSuicide/index.html

Le informazioni fornite sul Achieve Solutions sito, inclusi, ma non limitati a, articoli, valutazioni e altre informazioni generali, è solo a scopo informativo e non deve essere trattato come un consiglio medico, sanitario, psichiatrico, psicologico o comportamentale. Niente contenuto nel file Achieve Solutions sito è destinato ad essere utilizzato per diagnosi o trattamenti medici o come sostituto per la consultazione con un professionista sanitario qualificato. Si prega di rivolgere domande riguardanti il ​​funzionamento di Achieve Solutions sito a Feedback web. Se hai dubbi sulla tua salute, contatta il tuo medico. ©Carelon salute comportamentale

 

Chiudi

  • Strumenti Utili

    Seleziona uno strumento di seguito

© 2024 Beacon Health Options, Inc.